TEATRO TEMPIO SANNITICO DI PIETRABBONDANTE – MOLISE

Il TEATRO TEMPIO SANNITICO DI PIETRABBONDANTE – MOLISE

Sul verde di Monte Saraceno di Pietrabbondante (IS) dove spiccano enormi massi di pietra chiamati “Morge” possiamo ammirare il maestoso complesso del teatro tempio sannitico di Pietrabbondante (IS) costruito dai Saraceni in quasi un secolo di vita. Il complesso serviva per le riunioni del senato e per i riti di culto. Il Tempio, anche se trascurato nel tempo, ha mantenuto quasi integra la sua originalità, si presenta con le sue grandi mura fatte di massi che fuoriescono dalla terra e dalla loro posizione ti fanno da subito capire che la costruzione è sannitica e sicuramente risalente al IV sec. a.C.. La scoperta di questo maestoso e importante luogo storico avvenne negli anni 1857/58 ad opera dei Borboni, poi successivamente fu la provincia ad interessarsi e nel 1959 la Soprintendenza Archeologica del Molise.

Per la costruzione del complesso furono aperti sul fianco del monte due terrazzi, uno livellato sopra e uno livellato sotto. il primo terrazzo fu adibito al tempio di cui non si sa con certezza a quali divinità fosse dedicato e il secondo, quello più basso, fu adibito al teatro. Tutto il complesso fu costruito in modo tale che si potesse seguire la nascita del sole per tutto l’anno – orientare la costruzione ad est-sud-est per osservare il sole tutti i giorni era un modo per rispettare i principi augurali. Il teatro così come costruito poteva ospitare circa 2500 persone ed era composto da due elementi: la Càvea e l’edificio scenico, le due parti erano legate tra loro da due archi di pietra posti alle estremità. Grandioso e spettacolare il muro frontale del palcoscenico fatto di grossi massi, tutti lavorati a mano e messi a faccia vista. Impressionanti sono i sedili in pietra costruiti ognuno con un solo grande masso di pietra, abbastanza comode le spalliere con le estremità dei braccioli a zampa di grifo (una creatura leggendaria per metà leone e per metà aquila).