La genuinità del mangiare sano in Molise

In Molise trovi ancora tanti prodotti della terra coltivati direttamente dai contadini come una volta, concimati con prodotti naturali e raccolti come si faceva una volta. Trovi prodotti di alta qualità sia tra i cereali, sia tra le carni, sia tra i vini e le birre artigianali. Una ricca e genuina cucina sana  la trovi dalla costa adriatica dove è preminente il piatto con il pesce pescato fresco, alle Mainarde, qui lungo tutto il territorio trovi prevalentemente nei borghi dei primi piatti con la pasta fresca fatta in casa agli arrosti e ai formaggi  e alle golose zuppe di fagioli il  tutto condito con olio extravergine prodotto e ricavato nei oliveti di Fornelli , Venafro, Colletorto zona che produce olio già dall’anno 1900, Monteroduni, Mafalda e altri territori del Molise.

Molto apprezzati i salumi per la loro genuinità come la ventricina di Montenero di Bisaccia, il capicollo, la Noglia un composta della trippa con le parti interiori del maiale , la soppressata prodotta dalla parte migliore del maiale che prima di farla asciugare viene messa sotto ai pesi per qualche giorno. Poi ci sono le salsicce di carne e di fegato sia di maiale che di cinghiale. A Conca casale, un piccolo borgo ai confini con il Lazio troviamo un tipico prodotto locale “La Signora di Conca casale” non è una donna umana, ma è un eccellente prodotto ricavato dalle parti migliori del maiale come il lombo ,la spalla e il prosciutto. Del maiale non si butta niente anche il sangue fresco viene utilizzato per un tipico alimento che viene preparato con uva passa, noci, ritagli di grasso di maiale, scorze di arancio e vino cotto, il tutto macinato e insaccato nel budello del maiale e cotto per più di un’ora. Questo tipico alimento veniva molto utilizzato dai primi anni del ‘900 dai nostri avi in quanto sostituiva nelle grandi famiglie la carne.

Se vuoi mangiare i formaggi vieni in Molise:

L’agricoltura ha rappresentato da sempre l’attività caratterizzante delle famiglie molisane   e in particolare in alcuni territori dell’alto Molise , la zona del Matese e parte del Molise centrale. Il punto di forza di questi prodotti è stato ed è il territorio dove pascolano gli animali  , il clima , l’acqua  e la loro lavorazione ancora artigianale. Con questi elementi e con questi ambienti non possiamo che dire con certezza che i formaggi e il latticini sono puramente prodotti tipici. Cinque sono le tipicità di prodotti che vengono lavoratori ancora a mano e sono:

La mozzarella composta da latte vaccino , caglio e sale.

Il caciocavallo con gli stessi ingredienti e con la stessa lavorazione del fiordilatte ma con alcune variazioni delle temperature del sieri e dell’acqua per la filatura.

La scamorza le materie prima sono sempre le stesse, latte vaccino, caglio  e sale con lo stesso tipo di lavorazione ma con tempi diversi per farla appassire.

Il pecorino la tipicità di questo prodotto è dovuta dal fatto che viene utilizzato esclusivamente il latte ovino prodotto dagli ovini e non a caso ci è stata riconosciuta come Patrimonio Culturale dell’Unesco  la “Transumanza” . il latte ovino con caglio e sale viene lavorato e lasciato ad asciugare in un ambiente fresco.

La ricotta è un prodotto composto dal siero di latte  di pecora o di vacca. E ‘ un prodotto leggero e utilizzato come ingrediente in diverse ricette.

Il burrino composto di latte di mucca e siero. Dopo la centrifugazione viene messo a riposo per oltre dieci ore e poi messo in un recipiente per farlo raffreddare in acqua molto fredda. Dopo viene messo in salamoia e appeso per farlo asciugare.

Vini e bevande:

Il vino è stato da secoli, possiamo dire che il vino in Molise è stato già una risorsa prediletta dai Saraceni e poi dai romani La coltura dei vitigni è stata da sempre fatta in tutto il territorio con diversità di piante rispetto al territorio dovuto al terreno e all’ambiente e altre particolarità. Con il passare dei secoli il prodotto è stato sempre più migliorato sia per la produzione del vino separato dalle vinacce e messo nelle motti sia per la produzione e la fermentazione con il mosto crudo insieme alle vinacce.

 

Tra i vini pregiati troviamo:

  • Il Tintilia prodotto e coltivato in diverse zone del territorio molisano.. Dalla zona del basso Molise alla Provincia di Isernia.
  • Il Bambino bianco è un prodotto che risale nel medio evo e la sua coltivazione è sparsa in tutto il territorio anche se con quantità minori rispetto ad altri vini.
  • Il Montepulciano  è un vitigno che ha trovato spazio e la sua produzione da poco più di 50 anni . Questo fatto , forse, è dovuto proprio dalla sua maturazione tardiva in un territorio collinare come il Molise.
  • L’Aglianico già prodotto nei tempi dei Sanniti ha trovato la sua maggiore coltivazione negli ultimi 50 anni.
  • Trebbiano gentile coltivato maggiormente nella provincia di Isernia  è di sapore molto gradevole e dolce al palato.

Da qualche anno ha trovato spazio nel Molise anche un’altra bevanda molto richiesta dalle tavole e dai locali molisani :  la birra artigianale. Diversi sono i birrifici artigianali sparsi in tutta la regione che producono birre di alta qualità.

Tra le tante birre ne segnaliamo alcune:

Birra Rossa Doppio malto: La American Amber Ale, con grado alcolico di 6.2% Vol. (14.5 gradi Plato). Contraddistinta da un amaro mediamente marcato, si presenta con un colore ambrato chiaro – limpido – con riflessi ramati. Il corpo della birra è decisamente strutturato, con una schiuma abbondante e  persistente. Indicata per carni varie.

Birra bionda ad alta fermentazione. La   classica Golden Ale (birra bionda ad alta fermentazione) con un grado alcoolico contenuto (4.8% Vol. o 12°P) e un blu medio. Alla vista appare di colore dorato chiaro, limpido, con un corpo strutturato ed una schiuma fine, compatta e persistente.

BIRRE SCURE Questa è una birra ad alta fermentazione che grazie ai sui ingredienti si presenta di un colore scuro con schiuma compatta e con un gradevole odore di malto d’orzo tostato. La gradazione alcolica è molto contenuta così come la percentuale di luppolo. Essendo una birra con doppio malto e con schiuma cremosa quasi a sembrare un cappuccino viene utilizzata con successo in cucina per la preparazione di carni di maiale. Una buona e ottima produzione che il Molise vanta di avere è quella del miele. Il miele Molisano è considerato tra i migliori di tutta l’Italia. La particolarità e la genuinità nasce dal territorio , dal Molise che vanda ancora di essere una regione a basso inquinamento  e con piante e fiori coltivati come una volta con concimazione naturale.

I tipi di miele che maggiormente vengono prodotti in Molise sono:

  • Il miele di Acace di colore chiaro e molto dolce. La produzione la troviamo in quasi tutto il Molise
  • Il Miele di Girasole con qualità  curative per il colesterolo e diuretico. La produzione è chiaramente predominante nella piana di Larino Termoli e  Venafro.
  • Il Miele Millefiori conosciuto per la sua particolarità del colore ambrato . La produzione è in quasi tutta la regione perché porta le essnze di tanti fiori che in tutto l’anno nascono sui verdi prati del territorio,
  • Il Miele di Castagno è di colore molto scuro con grani grossi . di sapore forte . Questo miele trova il suo utilizzo nelle persone con problemi di respirazione . La produzione è chiaramente preminente nelle zone di montagna e in particolare nei castagneti del Matese.

Tra le eccellenze del Molise spicca  il tartufo bianco e nero due tuberi che per anni sono rimasti sconosciute dai residenti del posto e che per anni è stata la risorsa primaria per raccoglitori di altre regioni limitrofe al Molise.

Il Lagotto al lavoro
Tartufo bianco e porcini

 

Oggi questo frutto è il più ricercato dai raccoglitori molisani , sia per la sua qualità , sia per la sua risorsa economica che porta in famiglia. Due sono i tipi di tartufo più richiesti e raccolti Il Tuber “Magnatum Pico” detto anche volgarmente tartufo bianco e il “Tuber Melanosporum Vittadini”.

Questi due tuber e il porcino del Molise raccolto nei boschi della catena delle Mainarde, nei boschi del Matese da  Monteroduni a Sepino, nell’alto Molise  e in diverse zone del centro Molise sono i re della tavola molisana e di tante altre cucine dell’Italia.

Chiaramente non mancani i frutti di bosco essendo il Molise una Regione ricca di querce e faggeti dove nascono le fragole, i ribes , le more in abbondanza, il lampone e il mirtillo con proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, frutti molto diffusi in tutta la regione.

Una particolare attenzione negli ultimi anni ha avuto il “Trigno”   un frutto che cresce in tutta la regione e in special modo nell’alto Molise. Proprio in un dei borghi più belli di questa regione BAGNOLI DEL TRIGNO  si è scoperto  che questo frutto aiuta a combattere il tumore e a rigenerare la bellezza e la pelle dell’uomo.