Il borgo di Pozzilli

Pozzilli è un paese che si trova poco distante da Venafro ed è conosciuto per la sua area industriale e per la  Neuromed ,un istituto di ricerca scientifica molto apprezzato e conosciuto in tutta Italia. Pozzilli ha avuto il riconoscimento come sede comunale  nel 1810 , prima di allora era frazione di Venafro e fino al 1860 ha fatto parte di Terra di Lavoro. Pozzilli è uno dei pochi comuni della provincia di Isernia che nell’ultimo secolo è cresciuto demograficamente, è passato dal 1911 al 2011 da 1700 abitanti a 2275 abitanti. Pur crescendo anche Pozzilli è stato un paese che ha vissuto nei primi anni del ‘900 l’emigrazione. La meta sempre l’America , partono da Napoli circa 900 persone, molti tornano approfittando del cambio moneta, la pensione americana in Italia era altissima e consentiva di fare la differenza. Molti sono rimasti oltreoceano si conta che ci sono circa 200 persone tra il Canda e gli USA.  Nel dopoguerra anni cinquanta per problemi di lavoro molti si trasferiscono in Belgio più di 200 persone, altri vanno in Francia e in Svizzera. Alcuni si trasferiscono nella vicina Venafro.  Il comune di Pozzilli ha una frazione poco distante dal paese che si presume si stata fondata nel 839 ad opera di alcuni coloni mandati dall’Abazia di San Vincenzo al Volturno. Vari ritrovamenti rinvenuti nell’ultimo secolo testimoniano la presenta dei Sanniti e dei romani nell’agro di questo paese che in epoca Longobarda appartenne al Duca di B0enevento. Durante il periodo feudatario Pozzilli appartenne a Ruggiero Galluccio, poi da D’Aversa e nel XVI secolo dai Pandone. Il territorio di Pozzilli e il centro abitato durante la seconda guerra mondiale è stato un luogo di battaglia fra  i Tedeschi che difendevano il fronte della linea Gustav e gli alleati schierati a poca distanza , nei pressi del Volturno, che spingevano con tutti i mezzi bellici per occupare il territorio e salire verso i monti delle Mainarde dove era concentrato il numero maggiore di Tedeschi. Il paese per effetto dell’insediamento industriale degli anni ottanta , ma soprattutto per il passaggio della sede dell’Istituto di Ricerca Neuromed da Venafro a Pozzilli ha nell’lultimo ventennio fatto passi da gigante. Nel centro abitato si è sviluppato un vero e proprio asse commerciale di servizi che ha dato tanti posti di lavoro.  Intorno all’Istituto si è sviluppato un vero e proprio polo commerciale, bar, hotel, pensioni, ristoranti,centri commerciali e altre attività di servizio hanno dato tanti posti di lavoro. A pochi chilometri, circa cinque, è situata la frazione S Maria Oliveto, conta circa 260 abitanti ed è geograficamente posta  378 m s.l.m. proprio al di sopra del Nucleo Industriale Isernia –Venafro. Fanno parte del Comune di Pozzilli ltre frazioni minori come Triverno-Cammerrelle, Leone  Colegrotte, mentre altre sono state abbandonate.ISTAT 2019 Abitanti 2.266-

  • Residenti                    1312 2266 Più  954 abitanti rispetto al 2011
  • Altitudine                    732
  • Codice catasto        G486
  • Santo Patrono: Sant’Anna 26 luglio

RICETTE DEL BORGO:

 Polenta a Tortiglioni – Arrosti
FESTE:

  •  Pozzilli
  • 7 luglio festa degli anziani
  • 26 luglio S Anna
  • Santa Maria Oliveto
  • S Antonio di Padova
  • S Lorenzo Martire 10 agosto (Patrono)

MONUMENTI:

  • Santa Maria Oliveto
  • Due piccole chiese  Chiesa di S Mari delle Grazie  –
  • Chiesa di San Lorenzo Martire
  • Cappella di S Agnera del IX X sec.
  • S Lucia XI XII sec. ( Non molto custodita)

Dove sono i Molisani Residenti nei Paesi Esteri:

Argentina  22012 Canada  11985 Germania  8753 Svizzera  8458
Belgio 6717 USA    5685 Francia 4792 Brasile  3332
  Venezuela 3167 Spagna  1833   Uruguay  840 Reg. Unito  486
Australia 305 Paesi Bassi 273 Sudafrica   220 Irlanda 86
Svezia  74 Grecia  70 Peru  64 Messico 53
Cile 48 Ecuator 47 Israele 40 Colombia 32
Croazia 6 San marino 3    ==========   ============

Fonte: Fondazione Migrantes, Aire