Il borgo di Morrone del Sannio – primo nome “Marone”

Le prime testimonianze del paese risalgono al 1022 e il suo primo nome era Marone poi passato a Murrone e poi il 22 gennaio del 1863 per differenziarlo da un altro paese che aveva lo stesso none fu chiamato definitivamente Morrone del Sannio. Durante il periodo normanno il paese appartenne a Giuliano di Castropignano, mentre durante il regno di d’Angiò il paese fu concesso a de Cusenzo Roberto. Dal 1309 e fino all’abolizione della feudalità, anno 1806, diverse famiglie feudali si avvicendarono al  podere del territorio. Fra i tanti feudatari ricordiamo i Candelomo , i Santangelo, Carlo di Sandro,  Ferrante Consalvo d’Aghilar e il fratello Federico (anno 1496), la famiglia Carafa, chiude il periodo della feudalità  Antonio di Sangro duca di Casacalenda. Il paese nell’ultimo secolo ha perso più 3000 abitanti , è passato da 3896 abitanti nel 1901 a 648 abitanti nel 2011.ISTAT 2019 abitanti 566. L’emigrazione inizia gà dai primi anni del ‘900 con le prime persone che partono per gli USA e in Canada dove c’è una comunità di persone doppia dell’attuale cittadinanza del Paese, altri si trovano in Argentina. In Canada i morronesi hanno costituito l’Associazione Culturale Morronese – LASALLE (Quebec ).

 


Cosa sapere e cosa vedere

  • Residenti                    566
  • Altitudine                   839
  • Codice catasto         F748
  • Santo Patrono:      San Modesto 2 ottobre
   PIATTI DEL BORGO:
rosciutto – Torcino – Cicerchiata – Buccellati – Fiadoni – Calcioni – Cetillo –

FESTE:

  • Annunziata giorno 25 marzo, mercato fiera
  • S. Roberto giorno 19 maggio, mercato,
  • S. Antonio ricorre in genere la II decade di giugno,
  • S. Nazario 28 luglio, mercato
  • S. Maria delle Grazie 15 agosto, mercato
  • S Fortunato ultimo sabato di agosto, mercato
  • Addolorata 15 settembre, mercato
  • S. Modesto 2 ottobre (patrono), mercato
  • S. Gerardo ricorre la II decade di ottobre,  mercato
  • Tutti i Santi 1 novembre, mercato

MONUMENTI:

  •  Santa Maria Maggiore – Chiesa madre
  • Convento di S Nazzario fondato nel 1415
  • La Badia di Casalpiano distrutta dal terremoto del 1456
Emigrazione da tutte le regioni d’Italia
Abruzzo Valled'Aosta Puglia Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-VeneziaGiulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Sardegna Sicilia Trentino-AltoAdige Toscana Umbria Veneto