Benvenuta a Fornelli Nancy Pelosi – Speaker della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti

Benvenuta  a Fornelli Nancy Pelosi – Speaker della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti

Benvenuta nel nostro Molise Pelosi Nancy – Speaker della Camera dei rappresentanti dal 2007 al 2011 e nuovamente dal 2019; Nancy Pelosi è stata la prima italoamericana a ricoprire questa carica. La madre Annunziata Lombardi, partì da Fornelli e sbarcò a Ellis Island nel 1912. Oggi Nancy Pelosi ha visitato il borgo di Fornelli , molto conosciuto come uno dei borghi più belli d’Italia , dove nel 1909 nacque sua mamma. Il sindaco G. Tedeschi in occasione della sua visita ha consegnato a Nancy le chiavi del piccolo borgo con la promessa che ci sarà una seconda visita nel più breve tempo possibile. Durante il suo percorso nelle vie del borgo si è soffermata davanti all’abitazione e alla bottega dei nonni. La visita si è conclusa con la consegna della cittadinanza onoraria.

Leggi anche : artisti-e-personaggi-molisani-famosi-nel-mondo

 

La Plata (AR) – Inaugurazione della mostra Vivere all’italiana

La Plata (AR) – Inaugurazione della mostra Vivere all’italiana

20 maggio 2022- Domani 20 maggio alle ore 18,00 sarà inaugurata la mostra italo-argentina degli artisti di La Plata Vivere all’italiana. La mostra sarà esposta presso il Museo d’Arte del Comune MUMART di Pasaje Dardo Rocha, situato in Calle 50 dalle 6 e 7.
La mostra è stata patrocinata dal Consolato Generale d’Italia a La Plata, La Celia, Grolsch, dal Museo Civico d’Arte e dal Comune di La Plata e rimarrà aperta fino al 10 luglio p.v.-


Se ci inviate a questo indirizzo Clicca e apri il linkdi posta  immagini  e video dell’inaugurazione saremo ben lieti di inserirle sul nostro portale. Auguri.

La festa di San Giuseppe e del Papà nei borghi Molisani e nel mondo

La festa di San Giuseppe e  del Papà nei borghi Molisani e nel mondo

la festa di San Giuseppe è molto diffusa in Molise , infatti si celebra in 20 borghi molisani e in alcuni comuni si conservano ancora le tradizioni centenarie vissute e tramandante negli anni da generazioni in generazioni. San Giuseppe è considerato il protettore dei poveri e per questo in alcuni comuni si imbandiscono grandi tavolate per consumare insieme ai parenti e  amici un pasto che prevede da 12 a 19  portate. Un’altra tradizione che è stata conservata in alcuni borghi è quella delle pagnottelle, preparate il giorno prima della festa e messe nel forno con il segno della croce. Le pagnottelle saranno poi benedette durante la celebrazione della SS Massa e distribuite a tutti i presenti in chiesa e fuori dal luogo sagro. In onore di San Giuseppe a poca distanza della tavolata, apparecchiata con tutte le pietanze da consumare, (generalmente sono tredici) con gli invitati , viene allestito un altare con la statua o l’immagini di San Giuseppe addobbato con piante e fiori. Dopo la consumazione dei pasti tutte le famiglie con i parenti e amici si recano nella vicina piazza dove già dal giorno prima sono state accatastati rami e legna secca per poi accendere un grande falò   , “il fuoco di san Giuseppe”, con la gioia dei bambini che insieme ai genitori e a tutti i presenti in piazza concludono la serata mangiando biscotti fatti in casa accompagnati con un bicchiere di vino e  gridando viva San Giuseppe.

La festa del Papà si festeggia in tutto il mondo ma con date differenti. In alcuni paesi Europei si festeggia in primavera, in altri come in Francia, Olanda e Ungheria , cade la terza domenica di giugno, mentre in altri come in Russia si festeggia a febbraio, invece in Germania quaranta giorni dopo S. Pasqua. Nei paesi oltre Oceano come gli Stati Uniti, Perù ,Giappone, India, Malesia e Singapore la terza domenica di giugno , in Australia la prima domenica di settembre.

Tantissimi auguri a tutti i Giuseppe, Giuseppina, Pina, Giusy, Pinuccia e Pino.

La festa della donna nel mondo ,8 Marzo 2022

La festa della donna nel mondo ,8 Marzo 2022

Per la festa dell’8 Marzo facciamo gli auguri a tutte le donne del mondo, ma un augurio speciale lo facciamo alle donne che affrontano con i loro bambini il dramma della guerra.

La festa nasce nel lontano 1908 a New York in una fabbrica tessile, 129 operaie soggette a lavori e ambienti disumani e fuori da qualsiasi logica di rapporto di lavoro decisero di fare sciopero per rivendicare i loro diritti. Visto che le manifestazioni si protraevano per più giorni, il datore di lavoro “Johnson”   poco attento alle esigenze delle operaie, per non far uscire fuori dai laboratori le lavoratrici decise di chiuderle a chiave dentro la fabbrica. Un incendio doloso scoppiato proprio in quel periodo di “carcerazione lavorativa”  delle donne fece morire tantissime lavoratrice rimaste intrappolate nei locali. Da qui nasce la festa delle donne che con il passare degli anni e con le giuste e sacrosante rivendicazioni  sul loro ruolo nel lavoro e nel sociale ha sempre più preso consistenza fino a diventare una festa mondiale. Per milioni di donne e milioni di bambini l’otto marzo sarà ricordato dalle drammatiche fughe delle popolazioni dalla guerra.

 Auguriamo a tutte le donne una felicissima giornata e che possa essere il punto di partenza per alcune e la continuazione per altre di  tante soddisfazioni nella famiglia, nel lavoro, nella libertà e nella vita sociale.

Tantissimi auguri

La Festa di San Valentino per tutte le coppie molisane nel mondo

La Festa di San Valentino per tutte le coppie molisane nel mondo

Si ritorna quest’anno a festeggiare  con uno spirito diverso la a tradizionale festa di San Valentino  che ebbe inizio nel 496 a.C. per opera di papa Gelasio I quando porre fine alla Lupercalia , una festività romana che si celebrava dal 13 a 15 febbraio per purificare le città e i suoi abitanti dai demoni maligni  e per essere propiziatoria per la fertilità.

La festa di San Valentino si festeggia in quasi tutto il mondo il 14 febbraio di ogni anno e noi di “Molisani nel Mondo”  facciamo gli auguri a tutte le coppie Molisane nel mondo di continuare il loro percorso di vita ,insieme, con tanto amore  e tantissima  felicità.




 

A tutti i Molisani nel Mondo tantissimi auguri di Buon Anno

A tutti i Molisani nel Mondo tantissimi auguri di Buon Anno

A Tutti i Molisani nel Mondo auguriamo un nuovo anno   con tanta salute, tanta gioia e tanta felicità. Vinceremo il COVID-19 e lasceremo il passato alle spalle per ritornare ala nostra vita sociale, al nostro lavoro e alle nostre abitudini. La fratellanza, l’amore e la solidarietà sarà la forza del nostro futuro. Un abbraccio a tutti con tutto il cuore.

Buon Anno 2022

Buon Natale e un Felice Anno Nuovo

Buon Natale e un Felice Anno Nuovo

Un pensiero di Buon Natale a tutti i Molisani nel Mondo. E’ questo un momento difficile per il mondo intero, ma non bisogna fermarsi mai. Dal Molise AUGURIAMO a tutti i Molisani sparsi sul nostro pianeta un Sereno e  Felice Natale. Per l’Anno Nuovo l’augurio  che facciamo a tutti è che i progetti e i sogni   possano avverarsi con tanta  fratellanza e tanto  amore tra i popoli.

               

Documentario sull’immigrazione italiana a La Plata, Argentina

Documentario sull’immigrazione italiana a La Plata, Argentina

Dal  Centro Molisano Sant’Elia La Plata

COMUNICATO STAMPA

“Documentario sull’immigrazione italiana a La Plata, Argentina”

Dopo un anno di registrazione e raccolta di decine di testimonianze di immigrati italiani, il Centro Molisano Sant’Elia di La Plata, insieme al documentarista e regista Guillermo Ale, porta in anteprima sul grande schermo il documentario “Desterrados del Molise”, che sarà presentato il 6 dicembre alle 21 al Cine Municipal Select – Espacio INCAA.

UNA COPRODUZIONE ITALO-ARGENTINA

Il film è prodotto dalla Regione Molise e dal Centro Molisano Sant´Elia di La Plata. Entrambe le Istituzioni hanno fornito importanti  dati ufficiali, oltre all’ anagrafe degli emigrati, molti dei quali, contattati, hanno arricchito il documentario con  dati inediti per la storia della nostra città. Hanno anche  partecipato, in qualità di coproduttori italiani, il Comune di Sant’Elia a Pianisi e le Associazioni “Il villaggio della cultura” e “Con il Molise nel Cuore”.

LA GUERRA E LO SBARCO NELLA CITTÀ DI LA PLATA

L’opera, che si  avvale di mezzi rappresentativi dinamici e versatili, intende unire  profondamente  le storie di coloro che hanno lasciato l’Italia nell’ultimo dopoguerra per arrivare a La Plata.  Come espresso da Guillermo Ale, regista del film, “ L’idea principale che anima il documentario  è la capacità dell’essere umano di affrontare “un esilio” dalla propria terra, con una   traversata oceanica piena di rischi, lo sbarco in un Paese lontano e sconosciuto, e l’arrivo in una città  che  non avevano mai  sentito nominare”. E così in “Desterrados del Molise” vengono presentate diverse storie che si snodano nel percorso del film portando   testimonianze che raccontano  situazioni drammatiche, assurde per i tempi attuali, o anche sorprendentemente  comiche, e comunque cariche di quell’umanità che arriva direttamente al cuore dello spettatore.

UN FILM CHE VA OLTRE I CONFINI

 Il documentario  verrà presentato in Italia nel 2022, sperando  possa raggiungere in  questo modo l’Europa, con le storie dei nostri  migranti e della nostra città. “Con il film vogliamo tornare al punto di partenza di questo viaggio, per far conoscere il coraggio  di queste persone che hanno vissuto l’avventura dell’ emigrazione” ha concluso Guillermo Ale.

RICONOSCIMENTO ISTITUZIONALE

Tenuto conto della qualità del lavoro di ricerca e del suo risultato finale, e per rendere merito a uno dei gruppi  sociali che hanno grande rappresentanza, influenza culturale e sociale nella città di La Plata,  questo Documentario è stato patrocinato dal Consolato Generale d’Italia a La Plata, da FAILAP (Federazione delle Associazioni Italiane della Circoscrizione Consolare di La Plata), da COMITES (Comitato degli Italiani all’estero) e dal Comune di La Plata con la sua Direzione delle Collettive.

Film: “Desterrados del Molise”

Luogo: Cinema Centro Culturale Pasaje Dardo Rocha

Giorno e ora: 06/12/21 – 21:00

Regia: Guillermo Ale

Prodotto da: Centro Molisano Sant´Elia La Plata

CONTATTO: centromolisanolaplata@hotmail.com

 

Ecco I nuovi “Ambasciatori Molisani nel Mondo” designati dalla Commissione Molisana

Ecco I nuovi “Ambasciatori Molisani nel Mondo” designati dalla Commissione Molisana

Sarà il castello Angioini del borgo molisano di Civitacampomarano  ad ospitare il giorno 17 dicembre la cerimonia di onorificenza ai sei nuovi ambasciatori molisani. L’onorificenza dei sei nuovi ambasciatori è stata assegnata dalla Commissione Regionale del Molise prevista dall’art. 3 del Regolamento di cui all’art.16, comma 4, della legge regionale 30 giugno 2015, n.12 convocata dal Presidente del Consiglio Regionale Salvatore Micone.

La Commissione dopo ambia discussione ha individuato  per la ratifica della nomina di “Ambasciatori Molisani nel Mondo” convocata per il 17 dicembre p.v. nel  castello Angioini del borgo molisano di Civitacampomarano  i seguenti personaggi:

 Serafino Maglieri, emigrato   nel 1964 da Larino Molise in Australia dove da inizia una grande attività imprenditoriale vitivinicola. Serafino possiede 300 acri di vigneti della McLaren Vale e un’impressionante azienda vinicola. Il pittoresco parco vanta il ristorante Serafino, la porta della cantina, alloggi a quattro stelle, una piscina riscaldata con energia solare e strutture per conferenze e funzioni premium.

 Berardino Palazzo, originario di Baranello, emigrato negli USA, ha conseguito la laurea finale presso il Dipartimento di Economia, Stern School of Business, New York University (NYU). Autore di diverse pubblicazioni in materia di Finanza ed Economia.

Nicola Soldano, originario di Larino, emigrato in Belgio, ha partecipato alla stesura del “temporary framework”  per  aiuti di Stato durante la fase pandemica COVID-19.

Alice Pasquini, originaria di Civitacampomarano,  Alice Pasquini (Roma 1980) in arte Alicè è un’artista contemporanea le cui opere sono esposte sulle superfici urbane, nelle gallerie e nei musei di centinaia di città in tutto il mondo.  Street artist, illustratrice e scenografa italiana, ha conseguito il diploma in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, completando il percorso di studi in Spagna con un Master of Arts in critica d’arte all’Università Complutense (2004) e un corso di animazione presso l’Ars Animation School di Madrid.

Fabrizio Lemme, originario di Macchia d’Isernia, emigrato a Roma, avvocato ed esperto di Diritto penale dell’economia. Noto collezionista di dipinti del Barocco Romano, alcuni dei quali oggetto di importanti donazioni al Louvre, alla Galleria Nazionale d’Arte Antica ed al Museo del Barocco Romano in Ariccia, è altresì esperto di Diritto dei Beni culturali, materia che insegna all’Università Jean Moulin di Lione.

Siravo Edoardo (attore) famiglia originaria di Roccaravindola – Molise , attore e regista. Ha lavorato nel cinema, nella televisione e nel doppiaggio. Ha ricevuto “ Il premio Flaiano alla carriera” . Direttore Artistico della Fondazione Savoia .